Mutui veloci e immediati, che tipo di tasso di interesse hanno applicato?

47

Indice dei contenuti

Cosa fare nel caso in cui serva un piccolo boost di liquidità da investire in un immobile? Sono molti gli utenti che, quando decidono di acquistare casa, lo vogliono fare il più in fretta possibile, per far fronte a questo tipo di richiesta sono stati inventati i mutui veloci e immediati: questa tipologia di servizi, come si può facilmente intuire dal nome, prevede un’erogazione istantanea del denaro e una burocrazia molto snella in modo che l’utente possa usufruire subito del denaro. Molti dei nostri utenti, però, si sono domandati quale sia il guadagno dell’agenzia che concede il denaro e quali siano i lati negativi di un servizio così utile e veloce. Nella nostra guida di oggi vorremmo parlarvi di quelle che sono le caratteristiche principali dei mutui veloci e immediati, soffermandoci in particolare a parlare dei tassi d’interesse di questa tipologia di servizi.I mutui veloci sono convenienti? Sono svantaggiosi? Oppure sono perfettamente identici agli altri? Risponderemo a queste e a molte altre domande nella nostra guida di oggi. Buona lettura.

I mutui veloci: non così popolari.

La parola mutuo, di per sé, suscita nella mente della maggior parte degli utenti il pensiero di un servizio che richiede decide e decide di anni per essere completato. Raramente si associano i protagonisti del nostro blog, i mutui, ad un processo snello e veloce: e questo tipo di ragionamento si applica, erroneamente, a tutti gli aspetti del servizio offerto da banche e finanziarie per l’acquisto di immobili.

Solitamente si tende a pensare che il processo di revisione delle credenziali dell’utente, di valutazione dei rischi e di decisione effettuato dalla compagnia richieda moltissimo tempo e quindi si tende a pensare che non esistano mutui istantanei.

Tuttavia se ci si ferma a ragionare qualche secondo si può facilmente intuire perchè questa tipologia di servizi venga offerta, principalmente dalle banche, a moltissimi utenti ogni giorno. Il mutuo non è come un prestito: nel caso del prestito immediato, ad esempio, l’aggettivo immediato sta ad indicare il fatto che i soldi siano subito disponibili dopo la verifica delle garanzie e delle credenziali. Nel caso di un mutuo, invece, i soldi sono già destinati nella grande maggioranza delle occasioni: si richiede un mutuo per investire in un immobile. Capiamo velocemente che non ci sarebbe nessuna differenza se i soldi fossero disponibili subito o meno. Questo perché nel caso del mutuo l’aggettivo “immediato” non è legato alla disponibilità del denaro, o almeno non lo è in modo diretto.

Il mutuo veloce, o immediato, viene chiamato in questo modo perchè è molto veloce da ottenere: basta trovare la banca giusta, presentare i documenti e richiederlo. Tutto quello che avviene “dietro le quinte” all’interno della compagnia viene svolto nel modo più rapido possibile in modo che l’utente possa, ad esempio, dare velocemente conferma per l’acquisto di un immobile.

Per quanto riguarda le cifre che possono essere richieste tramite un mutuo immediato occorre fare qualche precisazione. Dato il poco tempo che l’azienda che concede il denaro impiega per tutti i controlli di routine e la verifica delle varie garanzie, per ridurre al minimo i rischi di perdita, le somme di denaro che possono essere richieste sono relativamente piccole. In questo modo la banca si assicura che il richiedente possa pagare le rate in breve tempo senza troppi rischi per il proprio capitale.

I tassi d’interesse dei mutui veloci ed immediati.

Veniamo ora all’argomento principe della nostra guida odierna: i tassi d’interesse dei mutui veloci ed immediati. 

Per prima cosa vogliamo sottolineare che i tassi d’interesse dei mutui in questione seguono un andamento identico a quello di qualsiasi altro tipo di mutuo. I tassi vengono influenzati dalle oscillazioni del mercato e dallo spread stabilito dall’azienda. Occorre, tuttavia, fare due precisazioni: 

In primo luogo, i mutui veloci ed immediati, potrebbero presentare uno spread più alto. Questa non è una regola, per cui non tutte le banche potrebbero presentare questo tipo di particolarità, ma è molto probabile. Lo spread è la differenza tra il tasso richiesto dal mercato e quello applicato dalla banca. In poche parole, con la tipologia di mutuo che stiamo trattando, le banche potrebbero chiedere interessi maggiori, così da salvaguardarsi da eventuali perdite.

In secondo luogo, è possibile che l’utente non possa scegliere quale tipo di tasso voglia. Spesso infatti è possibile scegliere tra tassi fissi, variabili e variabili con cap; in questo caso difficilmente si potrà partecipare in una trattativa con la banca per scegliere il tipo di tasso più conveniente.

In ogni caso, se possibile, è sempre consigliabile scegliere i tassi d’interesse fissi così da avere la sicurezza di una rata costante nel tempo e che non varia con le oscillazioni del mercato. Il nostro consiglio è d’obbligo ma è molto probabile che gli utenti non possano nemmeno scegliere un mutuo immediato con tasso variabile: le compagnie preferiscono aumentare leggermente il tasso del mutuo per tutta la sua durata piuttosto che avere problemi di insolvenza per via di rate improvvisamente troppo salate. Possiamo dire che, nel novanta per cento dei casi, i tassi dei mutui veloci ed immediati sono fissi.

Tassi d’interesse dei mutui veloci ed immediati: esiste il cap?

Per chi non lo sapesse: il cap è un tipo di tasso variabile grazie al quale la compagnia che elargisce il denaro e l’utente si accordano su un tetto massimo oltre al quale il tasso non può mai andare. Questo tipo di “trattativa” tra utente e banca permette a chi riceve il denaro di risparmiare sui tassi senza incorrere nella sfortunata occorrenza di un’impennata nell’importo della rata per via delle oscillazioni di mercato. Un vantaggio non indifferente che è spesso consigliato per gli utenti che vogliono risparmiare sulla spesa totale per il mutuo ma non vogliono rischiare.

Nella tipologia di mutuo che stiamo passando sotto la nostra virtuale lente di ingrandimento, purtroppo, il cap non è quasi mai disponibile: la trattativa tra utente e banca prevede uno studio da parte dell’azienda e molte considerazioni sull’utente stesso, la sua storia creditizia, sul mercato e così via.

Tuttavia la mancanza di un cap non è così grave in questo particolare tipo di mutuo. La funzione del cap, in poche parole, è quella di prevenire brutte sorprese nelle rate dell’utente nel corso degli anni. Più è lungo il periodo di saldo del debito, più ci si può aspettare che il mercato cambi, per pura probabilità. Quindi, per un utente che stipula un contratto per un mutuo immediato l’assenza del cap sugli interessi non dovrebbe essere un problema: questa particolare tipologia di mutui non richiede decine e decine di anni per essere saldata! 

Il taeg dei mutui veloci ed immediati! 

Il TAEG, per chi non lo sapesse, è un indicatore che ci dice quale percentuale della rata che dovremo saldare è destinato al pagamento delle spese “accessorie” al saldo del debito. Il TAEG raccoglie spese come: interessi, spese per l’assicurazione, spese per servizi e molto altro ancora. Un mutuo con un taeg molto alto avrà rate salate e la spesa finale dell’utente sarà decisamente maggiore rispetto a quanto ha ricevuto in concessione dalla banca.  

Nel caso della tipologia di mutui che stiamo trattando il TAEG tende ad essere relativamente alto: non stiamo parlando di differenze abissali con gli altri tipi di mutuo ma comunque una differenza che, specialmente se messa in rapporto ad un numero di rate abbastanza elevato, può portare a spese significative.

Il TAEG deve essere sempre specificato nel contratto, per cui vi consigliamo di leggere attentamente ogni documento che vi viene fornito dalla compagnia per non avere sorprese. Ciò non di meno: il TAEG è spesso citato anche nelle pubblicità dei mutui e nelle schede informative che si possono trovare sia online che nelle sedi delle banche, consigliamo quindi di confrontare i taeg per trovare il tasso d’interesse dei mutui veloci ed immediati più conveniente! 

Detto questo, possiamo ritenere conclusa la nostra guida completa con tutto quello che c’è da sapere sui tassi d’interesse dei mutui veloci ed immediati. Ci auguriamo che il nostro articolo di oggi possa tornarvi utile per scegliere il prodotto giusto per le vostre necessità. Nel caso in cui, invece, dovessero servirvi ulteriori informazioni sul mondo dei mutui prima di prendere la vostra decisione definitiva, vi ricordiamo che il nostro blog è interamente incentrato sui mutui e sui tassi di questi ultimi: troverete sicuramente tutte le informazioni di cui avete bisogno!