Migliori mutui a tasso zero, come ottenerlo e in cosa consiste

Indice dei contenuti

Tra le diverse tipologie di mutui che oggi si possono richiedere troviamo i mutui a tasso zero. Si tratta di una particolare tipologia di credito a consumo che viene offerta al consumatore finale per l’acquisto di un bene o di un servizio. Rappresenta quindi un’ottima possibilità di finanziamento.

Oggi c’è una legge finanziaria approvata dal Parlamento che prevede che dal 2019 si ha la possibilità di richiedere e di ottenere questo tipo di mutuo solo se si soddisfano alcuni requisiti ben precisi. Continuate a leggere per scoprire esattamente che cos’è il mutuo a tasso zero, a chi si rivolge e come ottenerlo.

Mutui a tasso zero: cosa sono?

I mutui a tasso zero fanno parte di quella categoria di finanziamenti e di agevolazioni stabilite dal governo italiano che prevedono l’acquisto della prima casa, così come anche per la concessione di un terreno per uso agricolo. Sono delle forme di finanziamenti che permettono a chi ha delle difficoltà economiche di sostenere l’acquisto di un immobile come prima casa. Grazie a delle condizioni particolarmente favorevoli di rimborso del mutuo stesso, a questi mutui vengono applicati dei tassi di interesse praticamente nulli. Occorre rimborsare semplicemente alla quota capitale senza dei tasti aggiuntivi.

In un prestito a tasso zero, quindi, il Tan, ovvero il tasso annuo nominale, risulta praticamente azzerato. Il fatto di possedere un finanziamento con un tasso pari a zero significa quindi che il calcolo della rata mensile da rimborsare non è soggetto all’applicazione di tassi di interesse. Questo non significa naturalmente che il finanziamento non abbia un costo a carico del cliente. Il Taeg applicato al prestito, infatti, potrebbe essere invece più elevato. Questo è dovuto  alla presenza di alcuni costi di istruttoria o di spese accessorie.

Sul Taeg hanno un’influenza anche le spese determinate dalle commissioni per l’incasso delle rate. Occorre sempre verificare con molta attenzione tutte le condizioni economiche del mutuo, controllando ad esempio anche il valore del Taeg. Solo in questo modo si può avere un’indicazione precisa e dettagliata dei costi effettivi che questa tipologia di mutuo ci richiede. Spesso questi prestiti possono anche trarci in inganno, proprio perché sono a tasso zero. Tuttavia, il Taeg applicato a questi prestiti può essere spesso molto più elevato rispetto a quello di altre tipologie di mutui.

Chi può richiedere un mutuo a tasso zero?

Ci sono dei requisiti e delle regole ben precise di accesso a questa tipologia di mutuo che sono spesso abbastanza stringenti. Lo scopo di questi mutui, stabilito dalla legge di bilancio, è quello di aiutare i più poveri all’acquisto della propria casa, ma anche a favorire la natalità. Questi mutui sono rivolti quindi alle coppie che hanno già dei figli, almeno due, oppure ad esempio alle coppie che dichiarano di voler avere un terzo figlio entro i successivi tre anni. In alternativa, questi mutui posso richiesti ad esempio anche da chi desidera coltivare un terreno, acquistandolo a scopo agricolo.

I diversi enti locali in accordo con il governo possono chiarire anche altri dettagli che riguardano i soggetti ammessi alla richiesta di questa tipologia di mutuo. All’interno di questi soggetti si possono trovare anche i proprietari di startup agricole di giovani imprenditori. Possono essere ad esempio delle aziende del settore agricolo, ma anche di altri settori che hanno un affidabilità creditizia sufficiente per ottenere un mutuo a tasso zero.

Di solito, i requisiti per poter accedere a questi mutui sono molto stringenti. Ci possono essere infatti dei piccoli svantaggi dal punto di vista economico, soprattutto sulle spese iniziali da affrontare. Di solito possono avere un piano di ammortamento che può arrivare anche fino a 20 anni e avere un valore massimo di circa 20.0000 €.

Come trovare le migliori soluzioni sui mutui a tasso zero

Naturalmente, chi va alla ricerca di questa tipologia di mutuo, deve fare una buona ricerca abbastanza approfondita per trovare le migliori soluzioni più adatte per sé e per la propria condizione economica. Ad esempio, si ha la possibilità di utilizzare gli strumenti di comparazione delle offerte on-line. Si possono richiedere anche dei preventivi, in modo tale da calcolare anche la rata mensile del mutuo che dovremmo versare mensilmente.

Oggi sono diverse le società finanziarie e i siti ufficiali delle banche che permettono di confrontare tutte le diverse soluzioni di finanziamento. In questo modo, c’è la possibilità di richiedere anche delle informazioni e ottenere una risposta direttamente dagli istituti di credito e dalle banche che li erogano.

Per quanto riguarda questa tipologia di mutui occorre stare bene attenti non tanto al tan, quanto al Taeg. Infatti, sui mutui a tasso zero, il Tan è praticamente nullo. Al contrario, il Taeg può essere abbastanza elevato, spesso anche molto di più rispetto al Taeg applicato di solito sui mutui di diverso genere. Sono molte le persone che oggi si affidano ai mutui a tasso zero da richiedere e ottenere anche direttamente on-line. Qui spesso si possono trovare delle soluzioni molto vantaggiose su questi tipi di prestiti.

Per cosa si possono usare i mutui a tasso zero?

Oltre al mutuo a tasso zero per la casa, oggi è prevista la concessione di questo mutuo anche ad esempio per l’acquisto di un terreno per uso agricolo. Lo scopo del mutuo in questo caso è quello di stimolare lo sviluppo dell’attività agricola, soprattutto in alcune aree del nostro paese. Di solito, si tratta di terreni che si trovano nel sud Italia, soprattutto in aree dismesse o che sono proprietà dei privati ma che non vengono utilizzati. Si tratta quindi di un mutuo che in qualche modo agevola la concessione dei terreni e che permette di accrescere quindi la voglia di avviare delle nuove attività, soprattutto in ambito agricolo.

Questi mutui inoltre possono essere richiesti anche per l’acquisto della prima casa, oppure per il miglioramento strutturale o energetico della propria abitazione. Sono dei mutui che possono essere utilizzati anche per costruire da zero la propria abitazione oppure anche per dei lavori di ristrutturazione. Possono essere impiegati per eseguire dei lavori spesso anche molto diversi tra di loro. Questi riguardano ad esempio l’efficientamento energetico oppure il miglioramento e l’ottimizzazione energetica del proprio impianto idraulico o elettrico.

Quali documenti sono richiesti per un mutuo a tasso zero?

Per ottenere un mutuo a tasso zero, di solito vengono richiesti i documenti da presentare anche per qualsiasi altra tipologia di mutuo. In particolare, occorre fornire  alla banca o all’istituto di credito che concede questi mutui le proprie coordinate generiche. Queste possono essere anche molto diverse ad esempio da una banca all’altra, in base anche all’andamento del mercato economico.

Alcune specifiche certificazioni che ci possono essere richieste possono riguardare dei mutui di tipo finalizzato. Si tratta in buona sostanza di mutui che vengono richiesti e concessi in modo specifico per eseguire dei lavori particolari. Ad esempio, se abbiamo la necessità di richiedere un mutuo a tasso zero per i lavori di ristrutturazione della nostra casa, ci possono essere richieste delle documentazioni precise in questo caso. La banca ci può chiedere di dimostrare non solo la nostra affidabilità economica e creditizia, ma soprattutto ad esempio di presentare delle carte e dei documenti che riguardano la tipologia di lavori che intendiamo eseguire sui nostri immobili.

Per quanto riguarda i mutui richiesti per l’efficientamento energetico, anche in questo caso possono essere richiesti dei documenti. Questi di solito vengono rilasciati direttamente dall’ente appaltatore che si occupa dello svolgimento di questi lavori e di questi interventi. In alcuni casi, ci possono essere richiesti ad esempio dei permessi comunali oppure degli atti notarili, così come anche dei documenti che attestano l’ipoteca.

Per chi sono utili questi mutui?

I mutui a tasso zero sono dei mutui utili soprattutto per chi desidera risparmiare sui tassi annuali da pagare per il rimborso del mutuo. Questi mutui sono particolarmente utili per chi ad esempio ha delle difficoltà economiche e ha la necessità di ricevere del denaro anche in poco tempo dalla sua richiesta. Sono dei mutui che ci permettono quindi di risparmiare dal punto di vista economico. Infatti, non vengono applicati a queste soluzioni dei tassi di interesse particolarmente elevati .

Allo stesso tempo, però, bisogna anche controllare ad esempio altre voci, tra cui il Taeg del mutuo. Il Taeg applicato su un mutuo a tasso zero può essere anche molto elevato, soprattutto rispetto ad altre tipologie di mutui. Per questo motivo è bene quindi valutare con molta attenzione tutte le diverse soluzioni di mutui a tasso zero oggi disponibili sul mercato. Puoi confrontare i loro tassi di interesse e le condizioni di rimborso del prestito, così da valutare qual è il migliore per te e per le tue esigenze economiche.