Dettagli sui mutui under 30, quali sono i tassi di interesse? Costi e spese

25

Indice dei contenuti

I 30 anni sono l’età in cui la maggior parte degli utenti decide di investire per la prima casa. Già dal 2011 la percentuale di utenti con trenta anni di età che richiedono un mutuo per la prima casa era molto consistente. Oggi, un utente under trenta (ventisei o ventisette anni) richiede mutui per acquistare immobili pari a circa il settanta percento del valore della casa che si vuole acquistare. Più della metà degli utenti che scelgono di stipulare un mutuo per acquistare la propria nuova casa scelgono il tasso fisso, mentre il tasso variabile risulta la scelta meno popolare. Nella grande maggioranza dei casi, un utente che richiede un mutuo per acquistare la propria nuova casa dovrà ripagare la finanziaria per almeno ventisei anni. Quanto abbiamo detto è molto interessante per un utente under trenta che vuole richiedere un mutuo, quello che, però, quasi tutti vogliono sapere più di ogni altra cosa è quali siano i tassi di interesse sui mutui per gli under trenta. Questo è un discorso molto ampio al quale abbiamo deciso di dedicare la nostra guida odierna: vedremo quali sono i tassi, le agevolazioni e le offerte delle finanziarie per gli utenti giovani che vogliono acquistare casa. Per cui, se voleste richiedere un mutuo ma non sapete quale sia il tasso più conveniente, leggete la nostra guida odierna fino alla fine!

Introduzione: i mutui per under trenta

Un utente sotto i trent’anni può richiedere una particolare tipologia di mutuo per l’acquisto di immobili realizzato ad hoc per facilitare l’ingresso nel mondo creditizio a questa particolare tipologia di utenti. Come molti di voi sapranno, infatti, per un utente giovane è molto difficile richiedere un prestito o un mutuo. Un utente può imbattersi in moltissimi problemi diversi quando chiede del denaro ad una finanziaria ed ha un’età molto giovane, nella prossima sezione della guida vedremo quali sono gli ostacoli principali che un utente deve superare per poter avere accesso ad un mutuo nonostante la giovane età.

Un dato abbastanza recente ci consegna un’immagine abbastanza chiara di quanto sia difficile per un utente under trenta ottenere un mutuo: circa il cinque per cento delle richieste di finanziamento viene accettato dalle compagnie. Se si rapporta questo misero cinque per cento al fatto che, come abbiamo detto prima, la fascia di età tra i ventisei e i trent’anni sia la più “interessata” all’acquisizione di denaro per l’acquisto di proprietà immobiliari.

Perché è difficile ottenere un mutuo se si è giovani?

I motivi per cui un utente giovane potrebbe trovare difficoltà a richiedere un mutuo sono moltissimi: dalle scarse garanzie che può offrire, fino alla storia creditizia inesistente. In particolare, il secondo problema che abbiamo segnalato, la storia creditizia inesistente, è molto importante, vediamo perchè.

Le finanziarie e le banche studiano la storia creditizia di un utente per decidere se sia affidabile. In base alla storia dell’utente, quindi, è possibile capire se e come la cifra prestata verrà restituita. Gli utenti under trenta, solitamente, sono soliti non avere nessuna storia creditizia perchè, semplicemente, non hanno mai chiesto prestiti. Gli utenti molto giovani e non avere nessun “precedente” sono considerati, dalle compagnie, alla stregua degli utenti che non saldano i loro debiti. Questo perché, per evitare problemi, le banche e le finanziarie assumono sempre il peggio.

Come fare, quindi, ad introdursi in un nuovo mondo nel quale la storia passata dell’utente è così importante? Semplice: si sfruttano delle agevolazioni.

Esistono agevolazioni?

Come abbiamo detto in conclusione alla sezione precedente della guida: le agevolazioni sono uno dei pochi metodi che possono garantire l’accesso a mutui per l’acquisto di immobili agli utenti under trenta. Quali sono le agevolazioni che possiamo sfruttare? Vediamole nel dettaglio.

Le principali agevolazioni che vengono concesse ad un utente under trenta sono due: i tassi d’interesse contenuti e il fondo di garanzia. Queste due agevolazioni permettono alla finanziaria di “fidarsi” dell’utente anche se la sua storia creditizia dovesse risultare assente e sono molto utili anche da un punto di vista del risparmio.

Nelle prossime sezioni della guida vedremo che cosa sono le agevolazioni di cui vi abbiamo parlato e perchè sono così importanti.

Il fondo di garanzia: un’ottima soluzione

Il fondo di garanzia non è l’argomento principe del nostro articolo odierno, lo sappiamo, però riteniamo che valga la pena approfondire un pochino questo aspetto dei mutui per under trenta, dato che è fondamentale per la maggior parte degli utenti.

Il fondo di garanzia è, per chi si intendesse di prestiti, l’equivalente del garante nei prestiti non destinati all’acquisto di immobili; l’unica differenza è che il fondo di garanzia è istituito dallo stato per cui non è richiesta la firma e la presa di responsabilità da parte di un secondo utente.

Per chi avesse bisogno di maggiori spiegazioni: il fondo di garanzia concede all’utente fino alla metà dell’importo richiesto come mutuo. In questo modo, se l’utente che richiede il mutuo non dovesse riuscire a saldare il debito, entra in gioco il fondo di garanzia che copre fino a metà del debito.

Per chiarire ulteriormente il concetto possiamo farvi un esempio: se si richiedono centomila euro di finanziamento, il fondo di garanzia ci concede fino a cinquantamila euro. Nel momento in cui, per un motivo o per l’altro, non dovessimo riuscire a saldare il debito con la finanziaria, lo stato copre metà dell’importo tramite il fondo protagonista di questa sezione.

Come potrete facilmente intuire, dal punto di vista delle compagnie finanziarie, il fondo di garanzia è un’ulteriore sicurezza che gli consente di prestare i soldi all’utente senza aver paura di perderli.

Chi può usufruire del fondo di garanzia?

Il fondo di garanzia non si applica a tutte le categorie di utenti under trenta, anzi, presenta notevoli limitazioni che lo rendono accessibile soltanto ad alcune fasce di utenza, vediamo quali.

I giovani under trenta con contratti di lavoro particolari.

Le giovani coppie.

Le famiglie monogenitoriali con un figlio (o figli) minorenni a carico.

Se si rientra in una delle categorie sopra descritte si può accedere al fondo di garanzia per ottenere il mutuo per l’acquisto della prima casa.

I tassi dei mutui per under trenta!

Veniamo ora all’argomento principale della nostra guida odierna: i tassi dei mutui per under trenta! 

Uno dei vantaggi che abbiamo elencato nelle sezioni precedenti delle nostra guida è proprio quello dei tassi ridotti grazie a valori di spread minori. Questo, in poche parole, significa che il tasso di interesse sulla somma richiesta è minore per la tipologia di mutui che stiamo trattando oggi.

Prima di parlare di cifre occorre fare un ragionamento su quali siano le scelte migliori da fare quando si parla di tassi dei mutui per under trenta. Esistono due tipologie di tassi: quelli fissi e quelli variabili. Nella prima sezione della nostra guida abbiamo visto come i tassi fissi siano preferiti dalla maggior parte degli utenti, per quale motivo? Il tasso fisso si chiama così perchè è sempre lo stesso anche con il passare di molti anni. Il tasso variabile, invece, cambia con le oscillazioni di mercato. Questo, dal punto di vista pratico, cosa significa?

Quanto abbiamo detto si traduce in due diverse tipologie di spesa per l’utente: il tasso fisso risulta più alto di quello variabile in quanto viene fissato dalle compagnie in modo da avere un guadagno fisso. Il tasso variabile, invece, tende ad essere più basso rispetto a quello fisso ma è molto più rischioso perché potrebbe raggiungere cifre molto alte.

Quindi, veniamo ai numeri: il TAN fisso di un mutuo per utenti under trenta si assesta tra l’1,45 e l’1,50. Il taeg, invece, tra l’1,7 e l’1,8 per cento. Ovviamente sia il TAN che il TAEG sono destinati a variare nel tempo e a cambiare con la compagnia a cui ci si affida.

Con questo possiamo avviarci verso la conclusione della nostra guida su quali sono i tassi di interesse sui mutui per gli under trenta. Speriamo che la nostra breve analisi possa tornarvi utile per realizzare il vostro sogno! Nel caso in cui, invece, dovessero servirvi informazioni più approfondite sul mondo dei mutui e dei tassi d’interesse, non dimenticate che il nostro blog è interamente specializzato sull’argomento: guide pratiche alla scelta, confronti, consigli e molto altro ancora vi attende tra le pagine del nostro sito! Vi ringraziamo per il tempo e l’attenzione che avete dedicato alla lettura del nostro articolo e ci auguriamo di rivedervi presto!